Un vecchio coccodrillo stava galleggiando ai bordi del fiume quando un coccodrillo più giovane venne a nuotare vicino a lui,

Ho sentito dire da molti che tu sei il cacciatore più feroce di tutto il fiume. Per favore, insegnami i tuoi segreti.

Risvegliato dal suo lungo riposino pomeridiano, il vecchio coccodrillo tirò un’occhiata al giovane coccodrillo con uno dei suoi occhi da rettile, non disse nulla e tornò a dormire.

Sentendosi frustrato e non rispettato, il giovane coccodrillo nuotò via per andare a caccia di qualche pescegatto lasciando dietro di se un turbinio di bolle. “Gli farò vedere!”, pensò.

Dopo un po’, il giovane coccodrillo tornò dal vecchio coccodrillo che stava ancora riposando e cominciò a vantarsi della sua caccia,

Ho preso due grossi pescigatto oggi. E tu, cos’hai preso? Niente? Forse non sei così feroce dopo tutto.

Imperturbato il vecchio coccodrillo squadrò di nuovo il giovane coccodrillo, non disse nulla, chiuse gli occhi e continuò a galleggiare sull’acqua mentre minuscoli pesciolini gli passavano tra il ventre e le alghe del fiume.

Di nuovo! Adesso il giovane coccodrillo era proprio arrabbiato, il vecchio non gli portava rispetto. Nuotò via una seconda volta per andare cercare qualcosa da cacciare.

Dopo qualche ora senza nulla di fatto riuscì finalmente a cacciare una piccola gru. Sorridente e con l’uccello tra le fauci nuotò verso il vecchio coccodrillo, risoluto a fargli vedere quale vero cacciatore fosse.

Appena passò l’ansa del fiume il giovane vide che il vecchio coccodrillo stava ancora galleggiando nello stesso posto di prima, ai bordi del fiume.

Qualcosa adesso era cambiato, un grosso gnu si stava godendo una bevuta pomeridiana a pochi centimetri dalla testa del vecchio coccodrillo.

Il vecchio coccodrillo, con un movimento fulmineo, saltò fuori dall’acqua, avvolse le sue fauci intorno al collo dello gnu e lo tirò sott’acqua.

Impressionato, il giovane coccodrillo con la piccola gru che penzolava dalla sua bocca, nuotò più vicino e guardò il vecchio coccodrillo gustarsi il suo pasto di 200 chili.

Il giovane coccodrillo allora chiese,

Per favore … dimmi … come … com hai fatto?

Con la bocca piena di carne di gnu, il vecchio coccodrillo finalmente rispose,

Non ho fatto niente.


( Tratto e tradotto da The Power Of Doing Nothing At All )